• Durata

    5 giorni/4 notti

  • Località

    Venezia – Vienna – Podgorica – Budva – Cattaro – Perasto – Cetinje – Passo Lovcen – Lago Di Scutari – Podgorica

QUOTA:   €  1.015,00

MONTENEGRO Tra storia e natura

Spiagge isolate, montagne enigmatiche, antichi borghi, panorami mozzafiatoe il piacere di essere tra i primi a scoprirli. Il territorio del Montenegro è un’inesauribile fonte di entusiasmo.

Venezia – Vienna – Podgorica – Budva

Budva e ‘ tra le più antiche città dell’Adriatico. Secondo la legenda il fondatore di Budva fu’ Kadmo, il figlio del re dei Fenici di nome Agenon, signore di Tebe in Egitto ed il marito di Harmonia – figlia di Afrodite. Le mura di cinta di Budva testimoniano della sua importanza in questa parte del Adriatico e anche di una storia burrascosa. Si visita la città vecchia con la fortezza e le mura

Budva – Cattaro – Perasto – Budva

Boka Kotorska – Le Bocche di Cattaro, il piu’ grande fiordo del Mediterraneo “intagliato” per ben 28 km nella costa ed i monti circostanti (il monte più alto è Orjen -1895 m), le antiche cittadine della costa come Risan, Perasto, Cattaro, Sveti Stefan, Budva, Petrovac (tante sotto la protezione dell’UNESCO) presentano una vera armonia tra l’architettura e la natura. Cattaro – Kotor (città sotto tutela dell’UNESCO) è situata in un fiordo naturale con attorno un paesaggio di rara bellezza. La visita guidata dura cca. 120 min. Si visitano la cattedrale di San Trifone e la città vecchia. A Perasto si visita l’isolotto dello Scarpello sul quale sorge il Santuario della Madonna eretto nel secolo XVII. L’ isola è l’unica isola artificiale dell’Adriatico, in quanto nel corso dei secoli costruita attorno ad uno scoglio da parte dei marinai perastini, dopo che, secondo la tradizione nel 1452 due di essi vi trovarono un’immagine della Vergine.

Budva – Cetinje – Passo Lovcen – Budva

Cetinje, la vecchia capitale montenegrina si visitano: il castello del Re’ Nikola I Petrovic, padre dell’ultima regina dell’Italia, la regina Elena, che da principessa montenegrina vi trascorse la sua giovinezza. Studentessa dell’ istituto Smoljni a San Pietroburgo in Russia, durante la festa da ballo organizzata in occasione dell’ incoronazione dello zar Nikola II Romanov, conobbe Vittorio Emanuele III di Savoia. Si sposarono nel ottobre del 1896. La storia la ricorda come una grande regina, molto amata dalla gente. Sul monte di Lovcen, che domina il paesaggiodel Parco nazionale  , troviamo il mausoleo del piu’ importante personaggio della storia del Montenegro, Petar II Petrovic Njegos. Lassu’, tra le aquile a piu’ di 1600 m, di altezza il poeta ed il principe, la guida spirituale e sovrana, scolpito in una scultura di marmo nero dal grande scultore croato Ivan Mestrovic , rappresenta ancora il simbolo dell’ orgoglio nazionale dei montenegrini

Budva – Lago Di Scutari Budva

Lago di Scutari, il più grande lago dei Balcani, si trova nella parte centrale del paese ed è attraversato dal confine con l’Albania. E’ un lago che “respira”, la sua superficie passa dai 600 kmq nella stagione piovosa ai 370 kmq durante l’estate. Alimentato da 5 fiumi e 50 sorgenti, collegato con l’Adriatico dal fiume Bojana ‘e un lago vivo, ricco di 842 specie di alghe, 50 specie di pesci, 270 specie di uccelli. È un parco nazionale, ma soprattutto un’amore al primo sguardo. Durante la gita si possono visitare alcuni monasteri e la fortezza di Grmozur in origine una fortificazione turca, ma che il re Nicola dopo la caduta dei Turchi fece diventare una temuta prigione.

Budva – Podgorica – Venezia

Podgorica è la capitale del Montenegro, stato che è divenuto Repubblica autonoma dal 2006. Con la sua popolazione di circa 160.000 abitanti, Podgorica è il centro amministrativo del paese. La città sorge in corrispondenza di cinque fiumi- Moraca, Cijevna, Zeta. Ribnica,e Sitnica. Si visita il centro della città.